Analisi Agroalimentari : 

 

Analisi microbiologiche complete su acque, superfici ed alimenti

( coliformi a 37° - streptococchi fecali - escherichia coli - carica batterica a 22° e 37°- pseudomonas aeruginosa - stafilococchi - clostridium perfrigens - salmonelle

ecc. )

Shelf Life su matrici agroalimentari

Ricerca microinquinanti negli alimenti e in ortofrutta ( diossine, PCB, IPA, metalli pesanti ecc. )

Analisi completa olii d'oliva e di semi (acidità - perossidi - esteri metilici degli acidi grassi polifenoli - spettrofotometria e δK - numero di iodio )

Analisi sul miele: HMF, acidità, acqua, conducibilità, glucosio e fruttosio, ricerca residui di fitofarmaci e antibiotici, analisi melissopalinologica, analisi organolettica

Analisi di ricerca residui di fitofarmaci in prodotti apistici

Gestione dell’autocontrollo aziendale e di attività commerciali (HACCP). Corsi di formazione per alimentaristi. 

 

Compilazione di tabelle nutrizionali per alimenti in relazione alle nuove norme

per l'etichettatura.

ANALISI CANAPA SATIVA 

 

 

 

 

 

TIPI DI ANALISI ESEGUIBILI SU CANAPA E DERIVATI

TERPINOIDI

 

I Terpeni sono una grande classe di composti organici presenti in natura; sono noti anche come isopreni e la loro struttura è basata su ripetizione di unità isopreniche (C5H8)x, con x>2.

I Terpeni sono i principali costituenti della resina vegetale e degli oli essenziali estratti dalle piante. Al contrario dei terpenoidi, che possono includere eteroatomi quali l'ossigeno e un diverso riarrangiamento strutturale, i terpeni sono gli idrocarburi di base. Tuttavia, è comune nel termine "terpene" includere anche i terpenoidi e questo già accade in molti testi esistenti. I Terpenoidi, noti anche come isoprenoidi, sono il più grande gruppo di composti organici trovati finora, di cui fanno parte almeno 20.000 molecole distinte.

È possibile testare qualsiasi campione di Cannabis, vegetale o estratto, per il quale desideriamo conoscere la composizione dei terpeni e/o la sua classificazione in Sativa o Indica *. Terpeni identificati e quantificati: monoterpeni principali (α-Pinene, β-Pinene, limonene, mircene, linalolo, ecc.), Sesquiterpeni principali (β-cariofillene, humulene, ecc.) E diterpeni (fitolo, ecc.). Contattaci per un elenco completo dei terpeni che possiamo identificare e quantificare.

* Alcuni campioni potrebbero non corrispondere ad alcuna classificazione stabilita.

MICROBIOLOGICHE

Muffa e batteri sono largamente presenti nell’ambiente, alcuni di questi microrganismi sono dannosi per l'uomo. La cannabis, come qualsiasi altro prodotto, è suscettibile di contenere microrganismi acquisiti durante la coltivazione, l'essiccazione, la lavorazione e la conservazione.
È possibile conoscere la quantità totale di microrganismi presenti in un campione mediante il test microbiologico, che ci dà un'idea della sua qualità. È anche possibile identificare microrganismi che possono causare gravi danni alla salute umana come escherichia coli

Parametri di qualità microbiologica

Una quantità elevata di microrganismi in un campione è indicativa di non aver seguito correttamente le raccomandazioni di igiene di base durante le fasi di coltivazione, lavorazione e conservazione.

Tipi di campioni raccomandati: qualsiasi campione (vegetale o estratto), di cui la qualità microbiologica deve essere nota.

Parametri microbiologici da ricercare :

Assenza dei seguenti patogeni su 25 g di prodotto essicato :

 

   Listeria monocytogenes

   Salmonella spp

   Bacillus cereus
    
    Funghi e lieviti totali                      (  <  1000 ufc/g )
    Enterobatteri                                 (  <    100 ufc/g )

CANNABINOIDI

I cannabinoidi prodotti dalla pianta sono allo stato acido. Quando il calore viene applicato a loro, o dall'azione della luce UV, questi cannabinoidi si trasformano nella loro forma neutra. Questo processo è noto come decarbossilazione. In questo modo, quando la cannabis viene fumata o vaporizzata, una considerevole quantità di cannabinoidi presenti si trasformano nella loro forma neutra. Pertanto, un diverso tipo di profilo analitico sarà consigliabile a seconda del tipo di campione e del suo scopo. 
 

Test dei cannabinoidi utilizzando HPLC-UV accoppiata alla spettrometria di massa

La cromatografia liquida è quelle che si adatta meglio alle caratteristiche delle molecole di cannabinoidi da analizzate, quindi è possibile identificare e quantificare sia le forme acide che quelle neutre.

Tipo di campione analizzabili sono: estratti, infiorescenze e/o derivati della canapa

I cannabinoidi che possiamo identificare e quantificare sono:

    Cannabinoidi acidi: CBDA e THCA

    Cannabinoidi neutri: CBD, CBG, THC e CBN

 

 METALLI PESANTI

La cannabis, come tutti i vegetali, può essere fonte di accumulo per i metalli pesanti.
La coltivazione della cannabis in terreni contaminati da metalli pesanti o l'uso di fertilizzanti di bassa qualità nella coltivazione della cannabis può portare a livelli elevati di questi metalli nel prodotto finale.

Contaminante :

Arsenico     < 0.20 mg/kg
Cadmio       < 0.050 mg/kg 
Piombo       < 0.10 mg/kg    


Il Laboratorio Enochimico Ligure offre un servizio per analizzare i residui di metalli pesanti in materia vegetale, estratti e oli da prodotti derivati dalla canapa industriale. 

PESTICIDI MULTI –RESIDUO

 

La pianta di cannabis è suscettibile a numerose piaghe e malattie durante tutte le fasi della coltivazione ed è pratica comune usare una varietà di pesticidi per combattere questi rischi. Tuttavia, data l'assenza di regolamentazione, non ci sono pesticidi non ecologici il cui uso è autorizzato nelle piante di cannabis destinate al consumo. Ciò costituisce un rischio per gli utenti a causa dei residui di pesticidi che possono essere lasciati sulla pianta.

Ciò è particolarmente importante nel caso degli estratti, dato che non sono solo i cannabinoidi a essere concentrati, ma anche i residui di pesticidi nella materia vegetale. Quindi, ad esempio, la quantità di residui di pesticidi potrebbe non essere rilevabile nella materia vegetale, ma superare i limiti raccomandati quando viene prodotto un estratto.

C'è stato un netto aumento della produzione di derivati della canapa per il consumo. Alcune aziende che stavano già producendo canapa per scopi industriali (ad esempio nelle fibre) hanno trovato uno sbocco per materiale vegetale precedentemente inutilizzato, che viene ora utilizzato per realizzare questo tipo di prodotto per il consumo. Quando la canapa viene prodotta per fibre, l'uso di pesticidi non costituisce un problema di salute poiché il prodotto finale non sarà consumato. Tuttavia, i residui di antiparassitari che non rappresentano alcun rischio quando il prodotto viene utilizzato per la fibra possono costituire un rischio per la salute se il prodotto verrà consumato. Di conseguenza, i prodotti di canapa per il consumo preparati da colture destinate alla produzione di fibre presentano un elevato rischio di contaminazione da pesticidi.

Il Laboratorio Enochimico Ligure può fornire a chiunque desideri un test di residui di antiparassitari nei prodotti derivati dalla canapa. Utilizzando due diverse tecniche cromatografiche (cromatografia liquida e gassosa, sia con un rilevatore massa / massa), possono essere identificati e quantificati circa 300 residui di pesticidi.

 

 

  

Tebelle Nutrizionali :

Un esperto Biologo Nutrizionista è a Vs. disposizione per redarre tabelle nutrizionali relative agli alimenti da Voi prodotti,  in relazione alle nuove norme per l'etichettatura sui prodotti alimentari in base al Reg. CEE 1169 del 25.10.2011 con decorrenza obbligatoria in etichetta dal 13.12.2016 

Volete saperne di più :

Siamo lieti di darvi ulteriori informazioni sui nostri servizi e le nostre prestazioni. Contattateci al numero 0187.672150 o compilate il nostro modulo online.